FantaAntonio segna per noi

Le frasi premonitrici di Galliani e Allegri. Riviviamo i giorni caldi della trattativa e dello sbarco di Antonio sul pianeta rossonero


Un permesso della Sampdoria e via, si parte. Il ciak si gira su Antonio Cassano a tinte e pellicole rossonere è stato dato lunedì 27 dicembre, a panettone natalizio ancora caldo. Sono da poco passate le 11, quando l’eterno talento barese varca i cancelli di Milanello e si affida all’abbraccio di Zlatan Ibrahimovic che, manco a dirlo, era già lì. Poi la Malpensa, i cori dei tifosi, tutto il volo verso Dubai al fianco di Rino Gattuso che da martello di centrocampo si reinventa esperto in catechesi. Ma questo è un film già visto, in fondo. Quello che si chiedono i tifosi rossoneri è altro: come è scoccata la scintilla? Come e perché siamo andati su Antonio Cassano? In fondo il nazionale azzurro sembrava il promesso sposo dell’Inter, dopo tutti quegli abbracci e quelle smorfiette divertite con le varie panchine nerazzurre in occasione delle partite contro la Sampdoria a Genova.

Forza Milan! Gennaio 2011

 

Figurina della settimana

Box Figurina

 
 
 

In regalo in questo numero

Banner - In regalo in questo numero

nessuna news in questa lista.