L’alba rossonera di Enrico Crippa

La passione in cucina


È UNO DEI FENOMENI DELLA CUCINA ITALIANA, FERMATOSI NELLA CITTADINA DELLE LANGHE DOPO AVER GIRATO IL PIANETA. HA COMINCIATO A TIFARE PER IL MILAN NEGLI ANNI DELLA SERIE B E HA VISSUTO ALL’ESTERO I GRANDI TRIONFI INTERNAZIONALI: “IN GIAPPONE LO CONOSCONO TUTTI, MA I SUCCESSI DELLA SQUADRA MI FACEVANO SENTIRE FIGO IN OGNI PARTE DEL MONDO”



La storia di Enrico Crippa, uno dei fenomeni della cucina italiana, non è molto dissimile da quella di una promessa calcistica. A sedici anni, nel 1987, quando studia all’Alberghiero Monte Olimpino si ritrova a fare il commis – punto di partenza per ogni chef – al ristorante di Gualtiero Marchesi. Da Carate Brianza a Milano ma il salto è come dalla Caratese al Barcellona di Guardiola. Enrico ce l’ha fatta e ora è nell’olimpo della cucina, non solo italiana. Ha girato il mondo ma sempre con un occhio alla sua squadra del cuore. E forse per questo non sente il complesso di essere rossonero in terra nemica, quella di Alba, dove il bianconero è ovviamente preponderante.

 

Figurina della settimana

Box Figurina

 
 
 

In regalo in questo numero

Banner - In regalo in questo numero

nessuna news in questa lista.