Incontro con Shevchenko

Vento di Passioni


TORNATO AL CENTRO SPORTIVO PER SALUTARE I VECCHI AMICI, ANDRIY SHEVCHENKO HA RIPERCORSO IN ESCLUSIVA PER “FORZA MILAN!” LA SUA CARRIERA IN MAGLIA ROSSONERA: IL PRIMO IMPATTO CON LA SQUADRA, I GRANDI TRIONFI, LA GIOIA PER IL PALLONE D’ORO, IL CALORE UMANO DEI COMPAGNI. “SONO PASSATI TANTI ANNI, EPPURE QUI MI SENTO SEMPRE A CASA MIA, CIRCONDATO DALL’AFFETTO DELLA GENTE. UNA SENSAZIONE CHE MI RIEMPIE IL CUORE”


Con la sua solita educazione, con il suo solito rispetto, Andriy Shevchenko ha varcato i cancelli di Milanello per una visita ai suoi vecchi amici – Mauro Tassotti, Pippo Inzaghi e Christian Abbiati – ma soprattutto per seguire il lavoro di Massimiliano Allegri. Con un sospiro ha ripercorso i suoi anni rossoneri, rivivendo i suoi trionfi e le sue sensazioni, sempre con la voce rotta dall’emozione.
Tutto comincia da quel giorno di fine millennio quando, a 23 anni, già comunque prospetto di campione, entra nel centro sportivo milanista per l’avventura della sua vita. Un’avventura che regala, a lui e ai tifosi rossoneri, uno Scudetto, una Supercoppa Italiana, una Coppa Italia, una Champions League e una Supercoppa Europea.

 

Figurina della settimana

Box Figurina

 
 
 

In regalo in questo numero

Banner - In regalo in questo numero

nessuna news in questa lista.