Ultimo Numero - news singola

Precisione svizzera

Ricardo Rodriguez


NATO A ZURIGO MA DI ORIGINI ISPANO-AMERICANE, RICARDO RODRIGUEZ È IL RINFORZO SULLA FASCIA CHE PUÒ FARE LA DIFFERENZA, PER IL SUO MOVIMENTO INCESSANTE E PER L’EFFICACIA SUI CALCI PIAZZATI. RONALDINHO IL SUO IDOLO, ROBBEN L’AVVERSARIO PIÙ DURO TRA QUELLI CHE HA DOVUTO MARCARE. PRIMI IMPEGNI ANCHE SUI LIBRI: “VOGLIO IMPARARE PRESTO L’ITALIANO”

È rimasto a lungo a firmare autografi a Lugano, dopo la prima amichevole della stagione disputata nella “sua” Svizzera. Parliamo di Ricardo Rodriguez, il nuovo cursore della fascia sinistra. Ragazzo semplice, disponibile, sorridente, con tanto sangue latino nelle vene grazie alla madre cilena e al papà spagnolo. La sua è una famiglia di calciatori: i fratelli giocano in Svizzera, Roberto nello Zurigo e Francisco nel Lucerna. Ricardo ha scelto la maglia numero 68, l’anno di nascita della madre che lo ha lasciato prematuramente nel 2015. Il difensore rossocrociato ci rivela quale sia stato il suo primo sentimento, appena saputo dell’interessamento del Milan. “Felicità ma anche orgoglio, perché il Milan è uno tra i club più famosi al mondo. Mi sono subito augurato che la trattativa si chiudesse presto. Il sogno si è realizzato”.

 

Figurina della settimana

Box Figurina

 
 
 

In regalo in questo numero

Banner - In regalo in questo numero

nessuna news in questa lista.