Ultimo Numero - news singola

Carissimi nemici

I rivali del passato visti da Perrone


ROBERTO PERRONE, FIRMA STORICA DEL CORRIERE DELLA SERA, ANALIZZA LA LITURGIA DEL TIFO CONTRO LE GRANDI SQUADRE CITANDO ENZO FERRARI: “IN ITALIA PERDONANO TUTTO TRANNE IL SUCCESSO”. TRA GLI ANTI-MILANISTI EMERGONO MARADONA (“NON VOGLIO BANDIERE ROSSONERE AL SAN PAOLO”), PRISCO, MATERAZZI (“A VOLTE ANDAVA FUORI TEMPO FACENDO SERI DANNI AGLI AVVERSARI, VEDI SHEVCHENKO”) E DUE ARBITRI, CONCETTO E ROSARIO LO BELLO

È un vizio (malattia, in qualche caso) che alberga in ogni cuore di tifoso. Essere realmente sportivi e non tifare contro è rarissimo in Italia: giusto o sbagliato che sia bisogna prenderne atto. Quindi ci sono anti-milanisti di professione come anti-juventini e anti-interisti. Per non parlare poi della provincia italiana che si trova talvolta alleata nell’odio sportivo verso la grande squadra di turno e poi non si sopporta nello scontro diretto: facile pensare alla direttrice Bergamo-Brescia-Verona: sicuramente lì non si amano Roma, Inter e Napoli. Ma nei derby non ci si risparmia nulla...
La premessa per cercare di capire – senza prevenzioni – se esista o meno un diffuso sentimento anti-milanista. E in questo ci aiuta una grande firma del giornalismo sportivo (nonché scrittore) quale Roberto Perrone.

 

Figurina della settimana

Box Figurina

 
 
 

In regalo in questo numero

Banner - In regalo in questo numero

nessuna news in questa lista.